Roccalumera. Niente interessi su rata Imu se pagata entro il 16 luglio

ROCCALUMERA  – Non saranno applicate sanzioni e interessi per il versamento della rata in acconto dell’Imu, effettuato dai contribuenti entro il 16 luglio scorso. Su proposta del sindaco, Gaetano Argiroff (nella foto)i, la Giunta ha autorizzato in questa direzione il personale addetto all’ufficio tributi, evidenziando le motivazioni, legate alla risposta ad una interrogazione parlamentare le cui indicazioni sono state recepite dal Mef. «Non sono applicabili – viene specificato nella delibera – le sanzioni e gli interessi in caso di insufficiente o mancato versamento della prima rata scaduta il 16 giugno scorso in relazione sia alla Tasi (la tassa sui servizi indivisibili) che all’Imu (l’imposta municipale unica). Nel documento di prassi si precisa inoltre che, considerata l’incertezza normativa che ha caratterizzato l’adempimento relativo alla Tasi, l’inapplicabilità delle sanzioni si estende anche agli enti non commerciali i quali entro lo scorso 16 giugno avrebbero dovuto versare l’Imu a saldo 2013, nonché la prima rata Imu e Tasi ove duvute, per l’anno 2014». L’aliquota Imu per l’anno 2014 a Roccalumera non ha subìto ritocchi rispetto all’anno precedente. Per l’abitazione principale è stata fissata allo 0,6%, per altre unità immobiliari urbane iscritte in catasto all’1,06%. Sempre a proposito di tasse, nella cittadina jonica era fissata per il 15 luglio scorso la scadenza della prima rata della Tari, quella sui rifiuti solidi urbani, relativa all’anno in corso (nella misura del 50% calcolato in base al totale dell’imposta della Tares del 2013). Perla seconda tranche ci sarà tempo fino al 15 settembre.

Leave a Response