Messina. Scontro moto-auto, 20enne perde la vita. Ferito l’amico che viaggiava in sella con lui

MESSINA – Erano da poco trascorse le 3 quando in sella ad un ciclomotore Vespa Piaggio 125 i due giovani stavano percorrendo la via Consolare Pompea verso il centro città. Giunti tra le frazioni di Papardo e S. Agata, lo scontro violentissimo con una Citroen Xara che procedeva in senso contrario condotta da un giovane di 26 anni. Per Andrea Scaglione, 20 anni compiuti appena il 7 luglio scorso non c’è stato subito nulla da fare. Il giovane che era alla guida del ciclomotore è morto sul colpo finendo incastrato sotto un’auto che si trovava parcheggiata a ridosso del marciapiede lato mare. E’ stato necessario l’intervento di alcune persone accorse sul posto per ribaltare una Fiat Punto per estrarre il suo corpo. Subito gravissime sono apparse le condizione dell’altro giovane che viaggiava in sella con lui. Trasportato al vicino ospedale Papardo è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per strapparlo alla morte. Gli agenti della sezione infortunistica della polizia municipale sono al lavoro da diverse ore per ricostruire, prima sul posto e poi negli uffici, la dinamica dell’incidente. Un fascicolo, intanto, è stato aperto in procura mentre i mezzi coinvolti sono stati sequestrati. Andrea Scaglione, era organizzatore di eventi molto conosciuto tra i giovani della sua età. Era stato rappresentante di istituto all’ Ainis e membro della consulta provinciale degli studenti a capo della commissione tematica scuola e sport. Neanche due mesi fa, le strade di Messina si erano macchiate del sangue di un altro giovane. Il 24enne Marco Costa all’alba del 30 maggio in via Garibaldi perdendo il controllo del suo scooter ed è finito pesantemente sull’asfalto.

Leave a Response