Furci. Cattivi odori nel centro storico, solidarietà alla consigliera Raluca Sandra che ha sollevato il problema

FURCI SICULO –  Rischia di avere un seguito nelle aule del tribunale l’interpellanza presentata nei giorni scorsi dal consigliere di maggioranza, Raluca Sandra (nella foto), sugli odori che da tempo si sprigionano in pieno centro e che sarebbero legati alla presenza di una fabbrica di lavorazione degli agrumi. Sandra ha chiesto all’amministrazione comunale di intervenire presso l’Arpa e L’Asp per eseguire dei controlli. L’azienda, che occupa un ruolo di primo piano sia a livello nazionale che internazionale, ha replicato che l’attività risponde «ai più alti requisiti qualificatori di sicurezza ambientale ed alimentare» come attestato da «enti certificatori riconosciuti internazionalmente».
Sempre secondo l’azienda, esperti nel settore avrebbero «escluso categoricamente la presenza di sostanze tossico-nocive emesse dall’industria, che utilizza come materie prime gli agrumi».
Attraverso il proprio legale, i dirigenti hanno annunciato querela per i contenuti dell’interpellanza, riservandosi di prendere contatti con l’Amministrazione per un incontro aperto con i cittadini.
Sull’argomento ieri è intervenuto il gruppo consiliare di minoranza di minoranza con un documento in cui «esprime solidarietà nei confronti del consigliere comunale Raluca Sandra a seguito delle ultime vicende relative all’interpellanza sulla fabbrica. E’ incontestabile – si legge nella nota firmata da Rigano, Vita, Cocuccio, Trimarchi e Moschella – ed evidente a tutti che odori nauseabondi pervadono costantemente le abitazioni e le aree limitrofe alla fabbrica ubicata nel pieno centro del nostro paese… I cittadini di Furci attendono delle risposte».

Leave a Response