Furci. Tolleranza zero per gli automobilisti: parcheggio a pagamento, sosta oraria e controllo elettronico della velocità

FURCI SICULO –  La tolleranza è finita. Tranne quella prevista per l’acquisto di un caffè o del giornale. Ma deve essere segnalato sul cruscotto dell’auto l’orario di arrivo. Per il resto i parcheggi lungo le strisce blu sulla Statale sono tornati a pagamento a pieno regime. Anche se formalmente non sono stati mai sospesi, in inverno e in primavera gli accertamenti erano stati ridotti al minimo. I controlli dei vigili sono ripartiti sotto le direttive del nuovo comandante, il capitano Diego Mangiò. Gli esercizi pubblici sono stati riforniti dal Comune dei tagliandi gratta e sosta.
Non sarà più consentito lasciare l’auto per ore e ore come spesso capitava ultimamente. Le tariffe sono invariate: mezz’ora di sosta costa 30 centesimi, un’ora 60 e 2 ore un euro. Per l’intera giornata si paga 5 euro. La sosta a pagamento, nei giorni feriali, è prevista dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 21. Domenica e festivi solo dalle 8 alle 13. L’assessore Alessandro Niosi ha ricordato «l’ottimo lavoro svolto lo scorso anno, quando a coordinare i vigili era uno di loro, Paul Manuli. Come amministrazione riteniamo che l’esperienza della scorsa estate sia stata molto positiva – ha concluso Niosi – e sono certo che i vigili faranno altrettanto bene anche adesso».
Il nuovo comandante riparte dai parcheggi a pagamento, grazie agli ausiliari, molti dei quali in inverno vengono adibiti ad altre mansioni. E si proseguirà con il controllo elettronico della velocità, in particolare sul lungomare, che in estate è il salotto buono. Le difficoltà non mancano, considerato che il capitano Mangiò si ritrova a lavorare con un organico ridotto all’osso (i vigili di ruolo sono solo 2), rimpinguato da 5 contrattisti e 2 ausiliari. E ciò ha pesato nei controlli sulle strisce blu durante il periodo invernale, quando gli ausiliari vengono dirottati in altre mansioni, per fare fronte ad altre esigenze. Eppure gli amministratori avevano preso solennemente l’impegno con i commercianti che le strisce blu sarebbero rimaste in vigore con adeguati accertamenti anche nei mesi meno “caldi”. L’auspico dei titolari di pubblici esercizi e che ciò avvenga dal prossimo autunno, senza soluzione di continuità con quanto sarà fatto nella stagione stiva ormai entrata nel vivo. Il nuovo comandante sta già lavorando anche in questa direzione, magari attraverso una sinergia con i vigili urbani in forza al Comune di S. Teresa con il quale è stata siglata la convenzione che ha consentito l’arrivo a Furci del capitano Mangiò.
(nella foto, il lungomare di Furci)

Leave a Response