Taormina. Denunciato il pastore che nei giorni scorsi aveva impiccato il suo cane ad un albero

TAORMINA – La notizia aveva fatto immediatamente il giro dei giornali e dei social networks di tutta Italia. Anche le foto, particolarmente crude, erano state diffuse. In esse un cane da pastore di razza maremmana appariva impiccato ad un albero privo di vita. A notarlo era stato un catanese mentre con la bicicletta girovagava tra i territori di Limina, Roccafiorita e Graniti. Proprio in una zona di aperta campagna, al confine tra quei comuni, il ciclista aveva riferito di aver visto il cane impiccato. Aveva poi immortalato la scena per darne diffusione. Nei pressi dell’animale vi era un uomo che aveva ammesso la responsabilità del gesto causato dall’ira per una precedente aggressione del proprio cane ad una delle capre del gregge. Una reazione crudele, un reato per il codice penale. Solo quando era rientrato a Santa Venerina (Catania), suo paese di origine, il testimone dell’impiccagione dell’animale aveva fatto denuncia alla locale stazione dei carabinieri. Come accade in questi casi i carabinieri di S. Venerina avevano informato l’autorità giudiziaria e i colleghi di Limina. A denunciare l’uomo, residente a Graniti, sono stati i carabinieri della compagnia di Taormina.

Leave a Response