S. Teresa Riva. Da agosto i servizi riabilativi dell’Asp trasferiti nell’ex Pretura

S. TERESA DI RIVA – E’ corsa contro il tempo per completare i lavori di adeguamento dell’ex Pretura in modo da ospitare, dal primo agosto, i servizi riabilitavi dell’Asp.
Dopo il sopralluogo del 3 luglio, durante il quale sono stati stabiliti gli interventi da effettuare per rendere i locali funzionali, la Giunta del sindaco Cateno De Luca ha assegnato le somme necessarie. Si tratta di 25mila euro che serviranno, tra le altre cose, ad adattare un bagno per i portatori di handicap, realizzare una parete in cartongesso per dividere le attività fisiche collettive da quelle individuali, installare dei corrimano per i percorsi riabilitativi, pitturare i locali e collocare una rampa di accesso per i disabili.
I lavori interesseranno gli ambienti dell’ex Pretura che fino a qualche mese fa erano occupati dal comando della Polizia municipale (poi trasferito in municipio) e un’aula dell’ufficio del Giudice di pace, soppresso dal ministero dopo la rinuncia dell’Amministrazione comunale a mantenere il servizio per ragioni economiche.
Il primo cittadino ha fissato la data del primo agosto per completare gli interventi e l’iter viene seguito dal capogruppo di maggioranza Sandro Triolo, che sta cercando di far rispettare la scadenza.
I locali, una volta rimessi a nuovo ospiteranno, una sala medici, due ambienti per la logopedia, uno per la psicomotricità, due palestre (una singola e una collettiva), un percorso riabilitativo e uno spazio per servizi sociali. Ma il progetto dell’Amministrazione comunale è ancora più ambizioso. Il 30 giugno scorso è stato stipulato un accordo tra il Comune e l’Asp, per la concessione in comodato d’uso gratuito dei locali in questione per finalità sanitarie. All’art. 10 dell’accordo di concessione, le parti prevedono che presso gli ex uffici del giudice di pace sarà realizzato un polo per i servizi socio-sanitari emergenziali che unificherà l’attuale servizio del 118 e tutti i servizi sanitari attualmente erogati presso l’ex palazzo municipale.
L’accordo è stato approvato dalla Giunta che nella stessa seduta ha assegnato all’ufficio tecnico i 25mila euro necessari per lavori di adeguamento. La convenzione con l’Asp, infatti, prevede che sia «a carico del comodante lo svolgimento dei lavori di somma urgenza atti a consentire l’immediato uso dei locali».

Leave a Response