Messina. Cinque topi d’appartamento in trappola, accusati di numerosi furti in città

MESSINA – I carabinieri della Compagnia Messina Sud hanno arrestato 5 messinesi destinatari di ordinanze di custodia cautelare in carcere in quanto accusati responsabili di numerosi furti in abitazione registratisi a Messina tra il 2010 ed il 2013. Le manette sono scattate ai polsi di Santi Irrera, 40 anni, Emanuele Lanza, 26 anni, Davide Rando, 20 anni, Francesco Scibilia, 52 anni, mentre ai domiciliari è finito il milazzese Tindaro Milazzo, 29 anni. Stando alle indagini dei carabinieri, sono circa 10 i furti riconducibili alla banda. Oltre ai casi accertati, sono molti altri i furti posti al vaglio dell’autorità giudiziaria e plausibilmente ricollegabili al gruppo, che valutava e studiava le abitudini delle loro vittime per qualche giorno per poi scegliere il momento più adatto per entrare in azione e compiere il furto in tutta tranquillità. Tra gli oggetti sequestrati della refurtiva ci sono oro, gioielli e diamanti, pc portatili, tv e telefoni cellulari e denaro. Ogni “intervento” fruttava dai 500 ai 30.000 euro, per un ammontare complessivo di circa 300.000 euro.

(Foto archivio)

 

Leave a Response