Scaletta Zanclea. Derubavano e truffavano anziani, marito e moglie arrestati

SCALETTA ZANCLEA – I carabinieri di Scaletta Zanclea e Roccalumera hanno arrestato Maria Crescimone, 39 anni, e Salvatore Rasizzi, 42 anni, marito e moglie, entrambi conosciuti alla Forze dell’ordine, e residenti a Belpasso, in provincia di Catania. I due sono destinatari di ordinanze di custodia cautelare, rispettivamente in carcere ed agli arresti domiciliari, per i reati di furto aggravato, per la Crescimone, e ricettazione per il Rasizzi. La coppia tra il 2013 e 2014, avrebbe truffato e rubato alcuni anziani a Scaletta e Roccalumera ricorrendo a stratagemmi. Maria Crescimone, stando a quanto emerso dalle risultanze investigative, è risultata essere l’artefice principale dei raggiri denunciati a più ripresee. La donna, entrando a casa di anziani con un pretesto, si spacciava per un’impiegata di una farmacia che proponeva alcuni sgravi fiscali per particolari medicinali. Poi si faceva consegnare una banconota di grosso taglio per trascrivere il numero seriale della stessa. Tutto era predisposto e pianificato affinché gli ignari malcapitati venissero seguiti di nascosto fino a che fosse noto il punto dell’abitazione dove erano custoditi i risparmi ed al termine del breve incontro con la sedicente farmacista, si rendevano conto di essere stati derubati. Il ruolo di Rasizzi, invece, era di supporto alle azioni condotte dalla moglie. Il reato di ricettazione gli è stato contestato perché prendeva in consegna dalla moglie la merce rubata.

Leave a Response