Roccalumera. Piano d’intervento rifiuti, alla manifestazione di interesse hanno risposto in nove

ROCCALUMERA. Hanno risposto in nove all’avviso della pubblica amministrazione, finalizzato ad acquisire le manifestazioni di interesse per l’affidamento della redazione del Piano d’intervento dei rifiuti. Una volta eseguita la verifica dei requisiti dei partecipanti si procederà alla presentazione delle offerte e sarà avviata la procedura negoziata. Il Piano d’intervento deve essere completo di capitolato speciale d’appalto, capitolato d’oneri e quadro economico di spesa da sottoporre all’approvazione dell’assessorato regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità per procedere all’affidamento, all’organizzazione e alla gestione del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti. Ultimati questi passaggi ed ottenuto il placet dal dipartimento regionale dell’acqua  e dei rifiuti si potrà pensare al dopo Ato e far partire l’Aro, l’ambito di raccolta ottimale (che nel caso specifico prende il nome di Dinarini), del quale Roccalumera è capofila. Il progetto coinvolge anche i Comuni di Furci Siculo, Pagliara  e Mandanici. Il principale obiettivo è quello di far decollare la raccolta differenziata per abbattere i costi di un servizio che a Roccalumera negli ultimi anni ha lasciato una lunga scia di debiti che hanno rischiato di mandare l’ente locale in default. “Una volta redatto il Piano d’intervento – spiega l’assessore all’Igiene Biagio Gugliotta – lo trasmetteremo al Governo regionale in tempi rapidissimi. Ottenuto il nulla osta – prosegue l’amministratore – il sistema di raccolta dei rifiuti a Roccalumera e nei comuni del nostro comprensorio cambierà radicalmente. Contiamo di partire al massimo entro sei mesi”.

Leave a Response