Santa Teresa. Il PD: “L’uscita dall’Unione è una sconfitta”

SANTA TERESA.  Il Circolo P.D. di S.Teresa di Riva riguardo la volonta’ dall’Amministrazione Comunale di S.Teresa di Riva di uscire dall’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, ha espresso una ferma  contrarieta’, per una serie di motivazioni di seguito elencate in una nota. “La Regione Siciliana – spiega il segretario cittadino, Angelo Casablanca – e’ sul punto di sbloccare i contributi per le Unioni dei Comuni per tre annualita’, finanziamento che oltre a ripianare i debiti residui, potra’ senz’altro rilanciare un serio e concreto progetto operativo di rilancio dell’Ente. L’uscita dall’Unione – aggiunge – causera’ un isolamento del nostro Comune, nei confronti di tutti gli altri; la linea tenuta finora da parte dell’Amministrazione Comunale – ad avviso del Pd – e’ stata al solito frettolosa e priva di prospettive di medio e lungo periodo: e’ contradditorio parlare di Comune unico ( proposta che comunque e’ stata avversata da quasi tutti i Sindaci gelosi, come era prevedbile, del proprio campanile), quando poi si fa poco o nulla per garantire una operativa’ piena dell’Unione, nel il quale il Comune di S.Teresa di Riva, fin dalla nascita, ha avuto un ruolo leader ed ha beneficiato anche di importanti contributi economici , come per il Carnevale dello Jonio che da parecchi anni proprio a S. Teresa’. Mentre in altre realta’ della Sicilia e dell’ Italia, le Unioni dei Comuni sono Enti che hanno portato benefici per il territorio, salvaguardando la cultura dei campanili, i fatti finora avvenuti ci dimostrano che esiste una avversita’ palese ingiustificata, createsi anche per l’Unione della Valle del Nisi . La proposta del P.D. di S.Teresa di Riva e’ quella di operare un rilancio vero dell’ Unione, su nuove e concrete basi di collaborazione tra tutte le Amministrazioni coinvolte.  Una conferenza programmatica, per rifondare l’Unione e’ un tentativo che deve essere fatto, intanto per non vanificare le cose buone fatte, ed eliminare gli sprechi e l’immobilismo, che anche l’Amministrazione Comunale ha contribuito a causare con comportamenti poco inclini alla sintesi politica. Riteniamo che l’uscita dall’ Unione – conclude Casablanca – sia una sconfitta, soprattutto per S.Teresa di Riva , piuttosto che come pensa qualcuno una vittoria, crediamo che un ripensamento sia necessario , anzi doveroso per non perdere risorse , finanziamenti e progetti, ma soprattutto per creare una cultura dello stare insieme, necessaria in un contesto economico e sociale bisognoso di risposte forti e autorevoli: restare da soli non e’ di sicuro la soluzione giusta a queste istanze.     

Leave a Response