Taormina. Asm, 11 consiglieri chiedono la testa di Garufi. Proposto il nome di Enzo Scibilia.

TAORMINA – Un colpo basso. Un affondo inaspettato per l’amministrazione del sindaco Eligio Giardina che ormai non ha più una maggioranza. Ieri sera con un ordine del giorno urgente presentato in Consiglio comunale 11 consiglieri hanno chiesto la revoca del liquidatore Asm Giuseppe Garufi insediatosi lo scorso maggio ed espressione del gruppo “Taormina Futura” che insieme ad “Intesa democratica” e “Idea Lavoro” sono rimasti al fianco del primo cittadino. Ma ciò che ha creato stupore è il nome dell’eventuale successore di Garufi individuato dagli 11 in Enzo Scibilia, ex assessore della giunta Giardina fino allo scorso febbraio. Il documento porta la firma, oltre che dei consiglieri di minoranza Pinuccio Composto, Eugenio Raneri, Nunzio Corvaja, Fabio D’Urso, Graziella Longo, Piero Benigni anche quella degli scontenti dell’ormai ex maggioranza e cioè Vittorio Sabato, Liliana Tona, Alessandra Caltabiano e Carmelo Valentino. Lo stesso Valentino che lo scorso aprile aveva praticamente sancito la frattura tra il gruppo di “Taormina Città Viva” e la maggioranza del sindaco Giardina proprio con un violento attacco in aula durante il quale il consigliere, in preda all’ira, si era violentemente scontrato con Enzo Scibilia che adesso però sembra diventato il candidato ideale per la guida della municipalizzata. Pace scoppiata insomma tra Valentino e Scibilia accomunati in questo momento da una avversione nei confronti del primo cittadino reo di aver azzerato la giunta defenestrando i vecchi assessori tra cui appunto Salvo Cilona (a cui valentino fa riferimento) e lo stesso Enzo Scibilia.

Leave a Response