Taormina. Ospedale S.Vincenzo, raccolta di firme per scongiurare il depotenziamento

TAORMINA – La politica promette. I fatti però dicono altro. E così nonostante i proclami dell’assessore Borsellino lo scorso marzo nell’aula consiliare di Palazzo dei Giurati, il taglio dei posti letto all’ospedale S.Vincenzo di Taormina è tutt’altro che scongiurato. Una nuova riunione è in programma a Palermo alla quale parteciperanno anche alcuni primari del presidio ospedaliero. Obiettivo: scongiurare un nuovo depotenziamento della struttura. “Dati alla mano, l’attività del S.Vincenzo è molto consistente” – dice il primario di oncologia Francesco Ferraù. Così anche la società civile si mobilita per dire no al depotenziamento di quello che è un centro d’eccellenza per la sanità siciliana attraverso una raccolta di firme organizzata dall’associazione dei Consumatori, dalla Salus D’Agostino e dall’Avulss di Taormina. In prima liena i presidenti Graziella Paino e Belardo Cosma. Il taglio effettuato di oltre 30 posti letto all’ospedale taorminese ha messo in allarme i cittadini che adesso combattono in prima persona per difendere il loro diritto alla salute. Così è stato allestito, per tutto il fine settimana in piazza badia a Taormina, uno stand. Tante le persone taorminesi e non che hanno messo la loro firma per questa importante causa. “Prendi le distanze dal silenzio e dall’inerzia” questo lo slogan delle associazioni promotrici delliniziativa popolare. I giochi e le logiche politiche non devono prevalere sui diritti dei cittadani. Eppure così è stato in quanto nonostante l’assessore regionale alla sanità Lucia Borsellino avesse tessuto le lodi dell’ospedale di contrada Sirina, il decurtamento di oltre 30 posti letto è stato effettuato. Adesso però è tempo di dire basta. Il pericolo di un ulteriore depotenziamento è tutt’altro che scongiurato. NEL TG90 DEL 16 GIUGNO LE INTERVISTE CON I PRESIDENTI DELLE ASSOCIAZIONI GRAZIELLA PAINO E COSMA BELANRDO

Leave a Response