Alì Terme. Discarica abusiva sequestrata dai carabinieri

ALI’ TERME – I carabinieri della locale caserma, che hanno agito sotto le direttive del luogotenente Salvatore Garufi, hanno sequestrato la discarica abusiva scoperta giorni addietro in contrada ”Saitta”, nella parte alta del torrente Alì e nella quale, tra l’altro, erano stati depositati numerosi pannelli di eternit. L’area interessata, circa 500 metri quadri adiacente al corso d’acqua, è stata recintata in attesa che la Provincia, d’intesa con il comune di Alì Terme, provveda alla bonifica. I militari dell’Arma hanno inoltrato alla Procura una denuncia contro ignoti per abbandono di rifiuti speciali e pericolosi. Del sequestro è stato informato anche il sindaco, Giuseppe Marino, nei cui compiti rientra la salvaguardia della salute pubblica, il controllo e la tutela del territorio. Una segnalazione è stata inviata pure al comando dei vigili urbani. Alcune aree di contrada ”Saitta” ormai da tempo vengono utilizzate arbitrariamente a discarica di rifiuti di ogni genere e scarti dell’edilizia. Un abuso che potrebbe essere evitato se si prestasse un maggiore controllo. I carabinieri, intanto, hanno avviato indagini nel tentativo di identificare i responsabili.

Leave a Response