Taormina. Hotel S.Domenico, lavoratori e proprietà davanti al prefetto. Accordo vicino

TAORMINA – Lo strappo sembrava insanabile, le posizioni distanti anni luce tra loro, eppure tra i dipendenti dell’hotel S.Domenico di Taormina e la società proprietaria “Acqua Marcia” (Amt Real Estate) l’accordo sembra vicino. Le parti si sono incontrate ieri a Messina nel corso di un incontro convocato dal prefetto Stefano Trotta: erano presenti l’amministratore delegato della proprietà Massimo Pacelli, il segretario generale Fisascat Cisl messina Pancrazio Di Leo, il segretario della Filcams Cisl Carmelo Garufi e le Rsu. Lavoratori e sindacati rimangono in allerta ma durante il confronto di ieri sono arrivati segnali positivi dalla “Acqua Marcia”. Le 28 unità che hanno il contratto a tempo indeterminato potrebbero passare a 9 mesi, ma la salvaguardia dei diritti contrattuali sarebbe comunque garantita. La proprietà si è detta inoltre disponibile a mantenere la struttura attiva anche nei periodi di bassa stagione qualora ci siano le richieste turistiche adeguate. Tutela assicurate anche per i lavoratori annuali che dovranno essere esternalizzati: 12 unità passeranno ad una società consortile di Roma che fornirà servizi al S. Domenico. Qualora la società dovesse fallire a quanto pare i dipendenti sarebbero garantiti. L’ultima parola spetta comunque ai lavoratori: le rsu hanno convocato un’assemblea per venerdì. Soddisfatto il segretario generale Fisascat Pancrazio Di Leo: “ Si va verso ciò che volevamo e che avevamo chiesto. I livelli occupazionali e normativi – aggiunge il sindacalista – saranno salvaguardati”. I lavoratori rimangono in allerta e vogliono vederci chiaro sul loro futuro.

Leave a Response