Taormina. Sciopero ad oltranza dei dipendenti, ma la società chiama in servizio 40 nuove unità lavorative

TAORMINA – Oltre il danno, la beffa. Mentre i lavoratori dell’hotel S.Domenico, continuano a scioperare ad oltranza, ormai da tre giorni, la società “Acqua Marcia” (Atm Real Estate) ieri ha chiamato in servizio 40 nuove unità lavorative. I volti dei dipendenti dello storico albergo sono stanchi, eppure non hanno intenzione di demordere. Chiedono garanzie per il loro futuro e protestano contro la volontà della società di stagionalizzare la struttura e di esternalizzare alcuni servizi affidandoli ad una cooperativa che dovrebbe anche farsi carico dei lavoratori. e sta proprio qui il nocciolo della questione: se la cooperativa dovesse fallire o se la “Acqua Marcia” non se ne volesse più avvalere, quale sarebbe la sorte dei dipendenti? Ecco cosa chiedono i lavoratori: la garanzia di essere reintegrati nella struttura qualora dovesse interrompersi il rapporto tra il S.Domenico e la cooperativa o se quest’ultima dovesse fallire… L’amministratore delegato della società Massimo Pacelli però non ha dubbi: “ E’ stato fatto il possibile -.ha detto – abbiamo cercato di rassicurare il personale chiedendo che la protesta venisse sospesa in attesa della riunione di lunedì prossimo… E proprio lo sciopero dei dipendenti del S. Domenico di Taormina sarà al centro della nuova puntata di Jonio Magazine in onda questa sera alle 21 su tele90. Lucia Gaberscek si è recata davanti l’hotel taorminese ed ha raccolto le voci dei dipendenti e dei sindacalisti che da oltre tre giorni stanno protestando. Appuntamento dunque questa sera alle 21 su tele90 con replica alle 23:30. NEL TG90 DEL 16 MAGGIO IL SERVIZIO INTEGRALE 

Leave a Response