Roccaluemra. I carabinieri salvano la vita ad un 70enne. E’ stato trovato svenuto sul pavimento della propria abitazione

ROCCALUMERA – Riverso sul pavimento, privo di sensi e in procinto di soffocamento. Questa l’immagine che si è presentata agli occhi dei carabinieri di Roccalumera che nel giorno di pasquetta hanno salvato la vita ad un 70enne. Sul posto è intervenuto il maresciallo, luogotenente Santo arcidiacono che accompagnato da un altro militare dell’Arma ha prontamente prestato soccorso all’anziano roccalumerese. Erano le 10 del mattino quando in caserma è giunta la telefonata di un amico del 70enne, preoccupato dal lungo silenzio dell’uomo che dal giorno precedente non si era più visto in paese e non rispondeva al telefono. L’amico si era perfino recato a casa dell’anziano, in via Piccolo torrente Pagliara, preoccupato dalle sue particolari condizioni di salute. Dopo aver suonato ripetute volte al citofono dell’abitazione, dove il 70enne viveva solo, non aver ottenuto nessuna risposta, l’uomo ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. Così è scattata l’allerta. E’ stato il maresciallo Arcidiacono a recarsi a casa del malcapitato e, approfittando dell’impalcatura montata per la ristrutturazione della facciata, si è arrampicato sul ponteggio raggiungendo il secondo piano. Arcidiacono ha poi forzato la finestra introducendosi nell’abitazione. E’ lì che ha trovato il 70enne riverso sul pavimento. L’anziano era privo di sensi per via di un blocco renale. Rischiava il soffocamento. Così i militari dell’Arma hanno immediatamente chiamato il 118 e l’uomo è stato trasportato la Policlino di Messina dove adesso è ricovera in condizioni critiche. Fondamentale è stato l’intervento dei carabinieri di Roccalumera, senza il quale l’uomo sarebbe sicuramente morto: la prontezza e la determinazione del maresciallo Arcidiacono e del carabiniere che lo accompagnava hanno evitato il peggio.

Leave a Response