Taormina. Asm, il nuovo liquidatore è l’ingegnere santateresino Giuseppe Garufi

TAORMINA – Qualche consigliere comunale, ironizzando, l’ha paragonata ad un parto. Non a caso, la nomina del nuovo liquidatore Asm è arrivata dopo i primi nove mesi di legislatura e dopo un travaglio interno alla maggioranza abbastanza … doloroso. Ormai però il dado è tratto: il numero uno della municipalizzata è l’ingegnere santateresino Giuseppe Garufi, assessore nella cittadina ionica tra il 1998 e il 2000 durante la legislatura di Nino Bartolotta . Per ulteriori 2 anni Garufi è stato membro della Giunta Morabito nel 2010. La sua nomina è avvenuta ieri sera nel corso di una seduta fiume di Consiglio comunale che si è conclusa a mezzanotte e durante la quale non sono mancate polemiche. Il via libera al nome di Garufi è stato esitato con 8 voti favorevoli dei consiglieri di maggioranza (quelli di Abbate, Caruso, Carella, De Luna, Brocato, Pina Raneri, Moschella, e il presidente D’Aveni). Contrari invece Benigni e Longo che siedono tra i banchi della minoranza. Si sono astenuti i componenti del gruppo politico di maggioranza Valentino Caltabiano e Sterrantino. Il consigliere indipendente d’opposizione Nunzio Corvaja ha invece abbandonato l’aula la momento della votazione. Presentati 6 emendamenti, uno dei quali prevedeva la modifica del nome del liquidatore designato: Giuseppe Garufi è subentrato a Bruno De Vita sulla cui nomina la maggioranza si è spaccata. Alla componente “Taormina Città Viva”, l’idea di mandare De Vita alla guida della municipalizzata non è mai andata giù. Nei giorni scorsi poi, dopo mesi di trattative, è stato lo stesso leader di “Taormina Futura” a fare un passo indietro dichiarando che non sarebbe più stato disposto a ricoprire ruoli di vertice all’Asm, ma nello stesso tempo De Vita aveva sottolineato: “Le diatribe interne alla nostra coalizione non sono legate al nodo della municipalizzata”. E in effetti ieri sera, neanche sul nome di Garufi la maggioranza non si è mostrata compatta.

Leave a Response