Fiumedinisi. Rete metanifera, slitta l’inizio dei lavori. Il 23 aprile assemblea dei sindaci a S.Teresa

FIUMEDINISI – Si sta rivelando un percorso pieno di ostacoli quello che porterà alla realizzazione della rete metanifera nella riviera jonica. La costruzione di grandi opere, si sa, porta con se ritardi fisiologici, ma i 15 comuni che fanno parte del bacino ”Sicilia Ionico-Peloritano” non hanno più tempo da perdere: il termine ultimo è fissato per dicembre 2015. Se entro quella data la Rete metano non sarà completata e collaudata tutto andrebbe perso. L’inizio non è dei migliori in quanto i lavori avrebbero dovuto prendere il via la scorsa settimana, ma la Regione non ha ancora accreditato ai Comuni i 54 milioni di euro poichè la Corte dei conti non ha ancora firmato il relativo decreto. Gli enti locali sono in attesa. Intanto al Comune di Fiumedinisi si è svolto un incontro tecnico sulla rete metanifera a cui hanno partecipato il sindaco di S.Teresa Cateno De Luca, il vicesindaco del piccolo centro collinare Giovanni de Luca e il responsabile unico del procedimento dell’opera, il geometra Giuseppe Giardina. Al termine dell’incontro, su proposta del primo cittadino di S.Teresa, è stata fissata un’assemblea per giorno 23 aprile. All’incontro, che si svolgerà a S.Teresa, saranno convocati i 15 sindaci che fanno parte del bacino. In quella sede si dovrà discutere anche su quello che potrebbe rappresentare un altro ostacolo per l’inizio degli interventi, e cioè l’individuazione del supporto al Rup. Per la nomina è necessario un bando pubblico. Se tutti gli i nodi burocratici saranno risolti, già nei primi giorni di giugno i cantieri potrebbero essere avviati. “Non è più tollerabile tenere ferma un’opera da 120 milioni di euro” – dice deciso Cateno De Luca… L’INTERVISTA DEL SINDACO DE LUCA NEL TG90 DEL 15 APRILE

Leave a Response