Taormina. Tagli alla sanità, il ”San Vincenzo” perde 34 posti

TAORMINA – I temuti tagli dei posti letto all’ospedale San Vincenzo di Taormina diventano realtà. L’ospedale di contrada Sirina perde 34 posti-letto passando dai 220 attualmente attivi a 186. Stando ai numeri si tratta del maggiore dimagrimento di tutta la provincia. Dopo la recente riorganizzazione si presenta così la nuova geografia vari reparti: Medicina generale 20 posti letto, Ematologia 10, Nefrologia 7, Ortopedia 14, Ostetricia 10, Psichiatria 10, Urologia 8, Ginecologia oncologica 6, Astanteria 0 prima erano 2, Oncologia 14, neonatologia 3, Otorinolaringoiatria 10, Pediatria 6 (prima erano 8, ma adesso questa unità sarà collegata al presidio di Patti), Cardiochirurgia pediatrica 8 posti, Cardiologia pediatrica 12, Cardiologia 16 con annessa emodinamica. Per Chirurgia generale e Chirurgia oncologica, per le quali si era prospettato il taglio di almeno delle due unità, si è disposto invece che rimarranno in attività entrambi i reparti ma dovranno essere monitorati come anticipato anche ai microfoni di Tele 90 dall’assessore regionale alla Sanità, Lucia Borsellino durante una seduta straordinaria della sesta commissione sanità a Palazzo dei Giurati, per un periodo di almeno un anno al termine del quale, in base alla produttività, la Regione trarrà le opportune conclusioni. Un accordo finalizzato a congelare per adesso le ipotesi di taglio di un reparto, e nel caso specifico si prospettava la soppressione di Chirurgia oncologica, che era stato suggellato proprio a Taormina in sede di Commissione sanità. In quell’occasione si decise, appunto di non toccare nessuna delle due Chirurgie e decidere dopo 12 mesi di stretta osservazione. Adesso si vedrà se si potranno realizzare degli aggiustamenti sui reparti di un presidio considerato fondamentale non solo per il comprensorio, per le province di Messina e Catania, ma anche per l’accoglienza dei turisti.

Leave a Response