Nizza di Sicilia. Lavori nel quartiere Casapinta, l’amministrazione risponde all’interrogazione del consigliere Scalici

NIZZA DI SICILIA – A distanza di un mese esatto arriva la risposta da parte dell’amministrazione comunale all’interrogazione del consigliere indipendente di minoranza Paolo Scalici in merito alla strada d’accesso al quartiere Casapinta. L’ex membro del gruppo “Libera Nizza”, aveva chiesto chiarimenti sull’iter dei lavori che si attendono da anni nel quartiere nizzardo e che riguarda la costruzione di una via di fuga. Proprio il tema della sicurezza era stato attenzionato da Scalici. Nel documento di risposta, a firma del sindaco Di Tommaso, si evince che da anni l’amministrazione si sta adoperando per mettere in sicurezza l’arteria. “il progetto definitivo per la riqualificazione di Casapinta mediante la realizzazione di vie di fuga – si legge – è stato già redatto dall’ing. Edoardo Milio. L’elaborato che prevede la costruzione di una strada a margine della ferrovia con attraversamento in sottopasso del rilevato ferroviario ha già ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie dal Genio Civile, da R.F.I., dall’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, dal responsabile del procedimento e del supporto. Tutti i nullaosta sono stati ottenuti nel 2008, ma ad oggi gli interventi non hanno preso il via. Il perché è presto detto e facilmente prevedibile: non ci sono fondi a disposizione. O meglio, l’amministrazione ha fatto richiesta di finanziamento dell’opera alla Protezione Civile nel 2008 e all’Assessorato Regionale all’Economia, dipartimento Bilancio e Tesoro nell’anno 2010. Ancora in merito nessuna risposta: “Abbiamo perfino suddiviso il progetto in tre stralci funzionali – evidenzia Di Tommaso – ai fini di una maggiore possibilità di ottenere le somme necessarie”. Insomma l’amministrazione nizzarda è serena: “ Ci siamo adoperati con ogni mezzo e continueremo a farlo per ottenere le somme necessarie per realizzare la strada a Casapinta”. Moderatamente soddisfatto il consigliere Paolo Scalici: “ E’ sicuramente positivo il fatto che l’amministrazione non si sia dimenticata di uno dei quartieri che maggiormente necessitano di interventi, come è Casapinta. Allo stesso tempo però – evidenzia il consigliere d’opposizione – è importante non abbassare la guardia e sollecitare le istituzioni preposte, seguendo da vicino l’iter che potrebbe portare all’ottenimento del finanziamento”. Le buone intenzioni sembrano esserci, adesso rimaniamo in attesa di fatti concreti

Leave a Response