Nizza Sicilia. Approdo barche, i pescatori chiedono un Consiglio in seduta aperta

NIZZA DI SICILIA – Il gruppo «Libera Nizza» ha presentato una richiesta di convocazione del Consiglio comunale in seduta aperta per consentire la partecipazione dei pescatori locali in merito al progetto di approdo barche nella zona nord del lungomare. L’idea del consigliere Aurora De Filicaia è stata firmata anche da Francesco Miceli e dalla capogruppo Mimma Brigandì. «I pescatori – ha spiegato quest’ultima – dovevano essere interpellati quando si è pensato di realizzare il progetto, in quanto bisognava recepire le loro istanze perché gli interventi programmati fossero funzionali al loro lavoro e alla loro sicurezza, ma ciò non è stato fatto». Il gruppo «Libera Nizza» vuol capire se è ancora possibile fare qualcosa prima dell’inizio dei lavori, ma soprattutto sentire ufficialmente il parere dei pescatori, che sarebbero invitati a partecipare alla seduta e intervenire in merito. «A questo punto – ha aggiunto Mimma Brigandì -, prima dell’inizio dei lavori, è bene capire se ancora è possibile apportare qualche modifica al progetto e far assumere degli impegni all’Amministrazione in sede di Consiglio comunale». Per i tre consiglieri del gruppo «Libera Nizza», dal confronto con i pescatori è emerso che «il progetto non risponde alle loro esigenze, perché, ad esempio, gli argani previsti sono insufficienti e con questo tipo di attrezzatura avrebbero difficoltà a gestire le operazioni di ritiro delle barche e, in caso di maltempo, si esporrebbero a rischi e pericoli. E questa – conclude l’opposizione – rappresenta solo una delle problematiche evidenziate nella sede dell’incontro di presentazione del progetto e in incontri informali».

Leave a Response