Alì Terme. Bretella sul torrente Nisi, i lavori al via tra 10 giorni. Il Genio Civile autorizza l’Anas a realizzare l’opera

ALI’ TERME – Nonostante si parli ancora di un’ eventuale rivisitazione del progetto del nuovo ponte sul torrente Nisi per scongiurare la demolizione del Tiro a segno nazionale, l’iter per la realizzazione della bretella, al contrario, procede spedito. I lavori prenderanno il via tra 10 giorni. Ad assicurarlo è il sindaco di Alì Terme, Giuseppe Marino, che ha contattato i dirigenti Anas per avere chiarimenti sulla tempistica. Il Genio Civile, intanto, tramite una nota ha concesso il nullaosta all’Anas, che entro fine settimana incontrerà l’impresa aggiudicataria per la consegna dei lavori. Ciò che viene messo in risalto nel documento a firma dell’ingegnere capo Gaetano Sciacca è il carattere provvisorio della bretella necessaria “in ragione del rischio connesso alle fatiscenti condizioni strutturali dell’esistente impalcato del ponte della Statale”. L’Anas, che dovrà provvedere alla costruzione dell’infrastruttura, secondo quanto evidenziato nel nullaosta, dovrà fornire una polizza fideiussoria “con la quale si impegna a demolire entro due anni, a far data dal rilascio del provvedimento (tempo utile entro il quale dovranno essere realizzati i lavori di ricostruzione del ponte)”. Le condizioni sono chiare ed inderogabili. Nel documento inoltre il Genio Civile mette in evidenza che l’Anas dovrà occuparsi di regolare il deflusso delle acque durante tutte le fasi lavorative e che ripari gli eventuali danni che dovessero verificarsi in conseguenza degli interventi”. La passerella sarà lunga 71 metri e sarà costituita da 27 canne, che dovranno essere mantenute sempre in efficienza. L’Anas dovrà sorvegliare e ispezionare costantemente il manufatto “al fine di disporre tempestivamente i necessari interventi manutentivi. E qualora si dovesse rendere indispensabile, procedere alla chiusura al transito pedonale e veicolare dandone comunicazione alla Prefettura, alla Protezione civile ed ai sindaci dei Comuni limitrofi al corso d’acqua: Nizza di Sicilia e Alì Terme”. Questa volta, dunque, sembra essere quella buona per la realizzazione di una bretella sulla quale verrà spostato il flusso veicolare che per il momento insiste sul vecchio ponte.

Leave a Response