Nizza di Sicilia. Carlo Gregorio si dimette e attacca: “La Brigandì osteggiava le nostre iniziative”

Che ci fossero malumori all’interno della squadra di minoranza era noto già da qualche mese, ma che in così poco tempo avremmo assistito ad un progressivo sfaldamento del gruppo d’opposizione non era prevedibile. Il consigliere Carlo Gregorio ha rassegnato le sue dimissioni dal gruppo “Libera Nizza”, dichiarandosi indipendente. Solo qualche settimana addietro era stato il collega Paolo Scalici ad abbandonare il gruppo di Mimma Brigandì che da oggi potrà contare solo sull’appoggio di Aurora De Filicaia e Francesco Miceli. Gregorio avrebbe maturato la decisone di lasciare il gruppo al termine dell’ultima seduta di Consiglio comunale “durante la quale – dice il consigliere dimissionario – ho manifestato il mio disappunto per essere stato trattato come un intruso dagli stessi componenti il mio gruppo”. Una presa di posizione quella di Gregorio che ha spinto la capogruppo Brigandì a convocare, per quella stessa sera, una riunione urgente a cui hanno partecipato i consiglieri di minoranza. L’incontro, durante il quale ci sono stati momenti di tensione tra i vari componenti del gruppo, non ha sortito gli effetti sperati: “ La distanza delle posizioni è rimasta immutata” – evidenti amareggiato Carlo Gregorio. Da qui la decisione irrevocabile di presentare le dimissioni da “Libera Nizza”. E per spiegare le ragioni che lo hanno spinto ad abbandonare la squadra Gregorio non risparmia qualche colpo basso agli ormai ex compagni, in particolare alla Brigandì: “Dopo alcuni mesi non si è più lavorato in team ma è prevalso il personalismo, la voglia di primeggiare, l’apparire. Perfino le iniziative di ciascun consigliere comunale- aggiunge – venivano frenate o addirittura osteggiate dal capogruppo, finanche alcuni interventi in consiglio comunale venivano ripresi o censurati”. Gregorio si toglie ualche sassolino dalla scarpa e torna a parlare delle dimissioni di Paolo Scalici che hanno segnato l’inizio della spaccatura nel gruppo… IL SERVIZIO NEL TG90 DEL 20 MARZO

Leave a Response