Alì Terme. Abuso d’ufficio, saranno processati il 27 maggio i due tecnici comunali

ALI’ TERME – E’ stato fissato il 27 maggio al tribunale di Messina l’inizio del processo che vede imputati per abuso d’ufficio il geom. Aldo Barbera e il fratello, arhc. Filippo, entrambi dell’ufficio tecnico comunale. Devono chiarire la loro posizione su una vicenda inerente il loro ufficio e risalente al 2007. La questione prende lo spunto dall’esposto di un imprenditore aliese che aveva presentato richiesta al Comune per costruire un capannone nella zona artigianale di contrada ”Saitta”, sulla sponda sinistra del torrente Alì. Stando a quanto emerso dalle indagini svolte a quel tempo, l’Utc avrebbe usato due pesi e due misure. Sotto ”accusa” un capannone adibito alla lavorazione di dolciumi costruito da un imprenditore locale, con regolare concessione, nella zona artigianale. Nella stessa area il proprietario di un altro lotto si era visto invece negare l’autorizzazione a realizzare una simile struttura. Il Comune motivò il ”no” evidenziando che l’intera zona era stata sottoposta a vincolo da Rete ferroviaria italiana perché proprio quel posto era stato scelto per realizzare il secondo binario. Un rifiuto che agli occhi del proprietario del lotto era apparso palesemente in contrasto con quanto l’amministrazione comunale aveva stabilito in precedenza, autorizzando di converso la costruzione dello stabilimento dolciario.

Leave a Response