Fiumedinisi. Riqualificazone centro urbano, a disposizione ci 800 mila euro

FIUMEDINISI – Ultimo atto per l’amministrazione del sindaco Alessandro Rasconà per concretizzare i previsti interventi di recupero, risanamento e riqualificazione di buona parte dell’abitato. Previsto, tra l’altro, anche la realizzazione di un centro socio-culturale. Costo dei lavori 800 mila euro. Somma che, però, era rimasta fino ad oggi una promessa dell’assessorato regionale alle Infrastrutture, mobilità e trasporti, che l’aveva elargita in attuazione del Piano a valere sull’asse 6 denominato ”Riqualificazione urbana delle città”. In pratica, a Fiumedinisi, come del resto negli altri Comuni siciliani, non è al momento arrivato un centesimo. Una delle tante ”dimenticanze” della politica che adesso ha comunque rimediato. Il Comune collinare aveva predisposto anni fa il relativo progetto ritenuto ammissibile a finanziamento ma i soldi erano rimasti nelle banche della Regione. Dopo lunghissima attesa, lo scorso settembre le risorse sono state finalmente sbloccate dalla Giunta Crocetta su ”insistenza” dell’assessore Nino Bartolotta. Ma c’è da superare un altro ostacolo affinché il Comune fiumedinisano possa incamerare gli 800 mila euro. Da Palermo, infatti, hanno fatto sapere che per formalizzare il finanziamento è necessario che il progetto per essere esecutivo necessità di una relazione geologica, che l’amministrazione fiumedinisana sarà costretta ad affidare a professionisti esterni in quanto l’Ufficio tecnico non è abilitato a questa tipologia di sondaggi. Nella sostanza, il Comune per intascare la cospicua somma deve farsi carico di quest’ulteriore ma definitiva certificazione. E il sindaco non ha perso tempo nel far predisporre una manifestazione di disponibilità d’interesse per l’aggiudicazione delle indagini geologiche e geognostiche. Il corrispettivo a base di gara è di 17 mila euro più Iva. Il termine ultimo di presentazione delle domande scade il 21 marzo. Quindici giorni a disposizione avrà il professionista dal momento dell’incarico per concludere il lavoro. Dunque già dai primi di aprile, il comune di Fiumedinisi potrà disporre della certificazione tecnica per completare il fascicolo del progetto di riqualificazione urbana. Poi la ”palla” passerà all’assessorato regionale alle Infrastrutture che dovrebbe, il condizionale è d’obbligo in questi casi, dare in tempi relativamente brevi l’ok per l’accreditamento degli 800 mila euro. E solo da quel momento si potranno aprire i cantieri.

Leave a Response