Alì Terme. Svincolo autostradale, gli amministratori ancora in attesa del tavolo tecnico con il Cas e la Regione

Alì Terme – Il tanto atteso tavolo tecnico sullo svincolo autostradale, che doveva tenersi lo scorso gennaio, non c’è stato. Avrebbero dovuto partecipare il Cas di Messina, la regione e tutti i comuni interessati all’opera. A prometterlo era stato l’assessore regionale alle Infrastrutture Nino Bartolotta. Gli amministratori del centro termale sono stanchi di aspettare: “Se entro qualche giorno non avremo notizie da Bartolotta – dice il vicesindaco di Alì Terme Pietro Caminiti – andremo avanti lo stesso e organizzeremo in ogni caso l’incontro”. La situazione è paradossale, dello svincolo autostradale si parla da 20 anni. Il progetto è già esecutivo e per l’opera sono stati stanziati 15 milioni di euro grazie all’Accordo di programma Quadr, ma per realizzare l’importante infrastruttura bisognerebbe reperire ulteriori 8 milioni. Lo stato d’empasse deriva proprio da ciò: la Regione non è in grado di dare risposte. “Vogliamo sapere se queste somme sono ancora a nostra disposizione “ – insiste Caminiti. E già, perché il rischio che i 15 milioni di euro possano essere stornati su altri progetti già cantierabili è concreto. A quel punto sarebbe troppo tardi per tornare indietro e il sogno di realizzare lo svincolo nella cittadina termale svanirebbe definitivamente, anche perché il costo dell’Infrastruttura lievita con il passare del tempo. Una soluzione era stata proposta dall’assessore Bartolotta che aveva pensato di rimodulare il progetto, abbattendo i costi e facendo rientrare le spese in quei 15 milioni di euro già disponibili… IL SERVIZIO INTEGRALE NEL TG90 DEL 6 MARZO

Leave a Response