Alì Terme. Riconfermata la ”vecchia” squadra dei capi area, costeranno al Comune 44 mila euro l’anno

ALI’ TERME – Confermati i quattro dirigenti di altrettante aree amministrative, che dovrebbero rimanere in carica fino alla scadenza del mandato politico del sindaco Giuseppe Marino, eletto nella tornata elettorale dello scorso giugno e il cui mandato scadrà nel 2018. Il condizionale è d’obbligo perché l’incarico ai capi area ha durata annuale anche se potrà essere rinnovato tacitamente, senza cioè nuovi atti di indirizzo politico-amministrativo. La scelta di avvalersi della stretta collaborazione della ”vecchia” quadra, è del primo cittadino Marino con determina dello scorso 3 marzo, pubblicata all’albo pretorio del sito web del Comune. Marino, sulla scia del suo predecessore e attuale presidente del Consiglio Lorenzo Grasso, ha infatti ridato fiducia alla dott. Maria Briguglio (area amministrativa), 9 mila e 500 euro di indennità annua, al geom. Aldo Barbera (area tecnica), 9mila e 500 euro, al rag. Carmelo Carella (area economico finanziaria), 12 mila 500 euro, e alla dott. Palmina Lombardo (area Produttivo commerciale), 12 mila e 500 euro. I capi area sono funzionari di categoria D. Per le casse comunali il rinnovo ”operazione capi area” avrà ogni 12 mesi un costo complessivo di 44 mila euro. Cifra, questa, che potrebbe lievitare del 25 per cento in più se, come si legge nella determina sindacale, nel momento in cui i capi area dovessero ”raggiungere degli obiettivi prefissati, appositamente certificati da parte del Nucleo di valutazione”, i cui componennti sono stati nominati di recente. Numeri alla mano, la retribuzione mensile compresa di tredicima, di ciascun dipendente sarà impinguata, così come è stato fino ad oggi, da 550 a 750 euro. Il sindaco Marino ha ritenuto opportuno avvalersi della collaborazione dei capi area per mettere in atto il nuovo programma politico amministrativo enunciato durante la campagna elettorale dell’anno scorso. Una scelta politica, questa di Marino, che all’interno dello schieramento di maggioranza ha trovato tutti d’accordo. Nessuno escluso. Da ricordare, comunque, che nel recente passato c’era stato chi aveva auspicato di ridurre a due il numero dei funzionari comunali, ritenendo che Alì Terme è pur sempre una piccola realtà di 2.600 abitanti.

 

Leave a Response