S. Teresa. Piano Triennale delle Opere Pubbliche all’esame del Consiglio

S. TERESA – Sono dodici gli argomenti posti dall’Ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale di S. Teresa di Riva, che torna a riunirsi a distanza di poco più di un mese dell’ultima seduta del 31 gennaio scorso. La riunione è stata convocata dal presidente Danilo Lo Giudice per il prossimo 10 marzo alle ore 19. Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente, l’assemblea cittadina è chiamata ad approvare il Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2014-2016 e l’elenco annuale 2014. Seguirà l’approvazione di uno scherma di convenzione per la gestione associata e coordinata del Prusst Valdemone, che darà il via libera alla progettazione della strada di collegamento veloce tra S. Teresa e Antillo. Si parlerà anche di metano con l’approvazione dell’aggiuntivo al contratto di servizio relativo al progetto di realizzazione e gestione della rete di distribuzione del gas metano nel bacino “Sicilia Ionico-Peloritano”. Il Consiglio comunale dovrà poi accettare la proposta di donazione, da parte della parrocchia, della piazza antistante la chiesa di Porto Salvo, e poi dovrà prendere atto del redigendo piano regolatore cimiteriale e delle determinazioni in merito alla gestione del servizio cimiteriale. All’Ordine del giorno figura anche il riconoscimento della legittimità di due debiti fuori bilancio relativi a sentenze del tribunale di Taormina e del Giudice di Pace su azioni promosse contro il Comune da alcuni cittadini. Si parlerà anche dei danni provocati dalla mareggiata dello scorso inizio di febbraio e per fronteggiare i quali l’Amministrazione chiederà lo stato di emergenza. Ormai superata dagli ultimi avvenimenti risulta invece la mozione sul ridimensionamento dei posti letto all’Ospedale “S. Vincenzo”, prevista come decimo punto all’ordine del giorno. Infine, in aula saranno affrontate due interrogazioni presentate dalla minoranza e relative alla nomina di un tecnico informatico per l’assistenza al sistema informatico-territoriale e all’acquisto di una macchina traccialinee per la segnaletica orizzontale.

Leave a Response