Castelmola. Attacco al vetriolo del consigliere d’opposizione Nino Raneri al sindaco Russo

CASTELMOLA – Attacco al vetriolo quello del consigliere d’opposizione di Castelmola, Nino Raneri, al sindaco Orlando Russo. Insomma, Raneri non si risparmia. Russo, dice Raneri, ”propinava servizi sociali mirabolanti, ma non ha detto che di fatto non esistono più, non c’è l’assistenza domiciliare, non c’è l’assegno civico. Ha solo le Borse-lavoro perché riguardano tutti i Comuni dell’Ato e ha pubblicato il bando per i cantieri di servizi che sono finanziati per tutti i Comuni”. Ed ancora, un paese con ”esercizi pubblici chiusi, la macelleria che sta chiudendo, un paese che non offre nulla ai turisti, nemmeno una piazza. Chi viene una volta qui, non torna più. Ha disciplinato l’apertura dei locali? Sostiene di avere risvegliato un paese, penso che forse ha solo allargato il cimitero, perché di fronte abbiamo solo un mortorio. E’ vergognoso – incalza Raneri – vedere i turisti che fotografano le finestre del Municipio in stato di degrado. Perché il sindaco non dà un locale dignitoso agli anziani, che stanno in una saletta mai pulita, visto che sbandiera di avere tanti immobili disponibili?”. Il consigliere d’opposizione punta poi il dito accusatorio su Orlando Russo ricordando a quest’ultimo di aver detto che ”il sindaco lo fa per amor di patria”. Evidentemente – sostiene Raneri – per Russo – è amor di patria percepire al mese 1.571 euro, gli assessori 680 euro, il vice sindaco 860 euro? Viva l’amore per Castelmola. Inoltre, vorrei aggiungere – continua Raneri – che in questi giorni ho letto che il sindaco ha chiesto l’intervento della Protezione Civile perché nella notte del 1° febbraio il Torrente S. Venera è straripato e ho provato tanta rabbia, perché dal giugno del 2012 il Gruppo consiliare di minoranza ha presentato interrogazioni e mozioni in Consiglio comunale proprio per evidenziare il rischio derivante dal fatto che il letto del torrente aveva superato il livello della sede stradale adiacente. Invece che accettare la nostra preoccupazione e disponibilità, il sindaco mi accusava di procurato allarmismo sociale, in quanto noi dicevamo cose non veritiere, ma tendenziose. Ricordo che in campagna elettorale – incalza Raneri – il sindaco, allora candidato, dichiarava che entro 100 giorni avrebbe rifatto i ponti sul Torrente e risolto il problema. Mi chiedo, perciò, come mai oggi, a quasi due anni dalla sua elezione, chiede l’intervento del prefetto, della Protezione civile, del Genio civile, soprattutto alla luce del fatto che sempre sulla stampa si vantava di avere ottenuto lui personalmente 500 mila euro per il Santa Venera. A me risulta che questo finanziamento riguarda i tre Comuni: Castelmola, Taormina e Giardini Naxos, quindi se lui ha avuto garanzia di ottenere personalmente altri 500.000 euro che lo dimostri, perché deve ricordare che non è più in campagna elettorale. Io, da cittadino prima, e da consigliere poi – dice il consigliere di minoranza Raneri – tengo alla veridicità dei fatti, quindi che dimostri alla cittadinanza qual è la verità, perché mi sorge il dubbio che si tratti di un altro finanziamento-fantasma, come gli 800 mila euro destinati a Castelmola che un suo leader prima delle elezioni del 2012 pubblicizzava sui manifesti affissi su tutto il territorio. Ricordo prima a me stesso e poi al sindaco che quella di S. Venera, come da lui dichiarato, non è una strada importante per sette contrade, ma di vitale importanza per tutto il nostro territorio e anche per l’hinterland, perché consente di mantenere vive alcune attività agricole e agrituristiche di tutto rispetto. Sottolineo al sindaco, ancora una volta – conclude la nota di Nino Raneri – che le elezioni sono finite il 7 maggio 2012 e quindi anche le promesse elettorali, che non fanno sostanza, perché contano le cose concrete. Ma gli chiedo: quali sono state fino ad oggi? Ho la preoccupazione che il sindaco viva di ricordi, perciò gli chiedo: dove sono finite le macchine blu con i personaggi che usava per la campagna elettorale, cosa hanno fatto per Castelmola?”.

Leave a Response