Scaletta. Salvaguardia del castello Rufo Ruffo, consolidamento del costone roccioso

SCALETTA ZANCLEA Sarà una ditta di Cuneo a eseguire l’opera di consolidamento del costone roccioso del Castello Rufo Ruffo. L’assegnazione definitiva dei lavori è stata dichiarata efficace con propria determina dal responsabile dell’area tecnica, l’ingegnere Salvatore Calabrò. Negli atti dell’aggiudicazione, lo scorso settembre «per mero refuso del computer – spiega il tecnico – non era stato riportato di aver accertato il possesso e la sussistenza dei requisiti soggettivi e oggettivi dell’aggiudicatario». L’impresa ha praticato una offerta con un ribasso del 32,50% con l’importo di aggiudicazione pari a un milione 160mila e 776 euro, oltre 36mila e 575 euro per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso. L’importo netto contrattuale è pertanto di un milione 197mila e 341 euro, oltre Iva. Il finanziamento, dell’assessorato regionale al Territorio e all’Ambiente, era stato registrato alla Corte dei conti il 4 marzo scorso. L’intervento in questione rientra tra quelli individuati nell’ambito dell’attuazione delle linee d’intervento Po-Fesr Sicilia 2007-2013. Il progetto esecutivo è stato redatto dall’ingegnere Salvatore Calabrò, responsabile dell’Area tecnica del Comune. Il responsabile unico del procedimento è un altro componente dello stesso ufficio, il geometra Ignazio Manganaro. Sono previsti interventi di consolidamento corticale e messa in sicurezza delle pareti rocciose fratturate. Ciò impedirà il distacco di massi e, allo stesso tempo, permetterà di salvaguardare il sottostante abitato di Scaletta Superiore. Il tutto tramite la collocazione di reti in acciaio ad alta resistenza. E non solo. «Sarà posizionata anche una barriera paramassi a completamento di quella esistente, per rendere sicura la sottostante strada di accesso a Scaletta superiore. Parte integrante dell’opera, la captazione delle acque piovane e il ripristino dell’adduzione alla fognatura comunale». Il progetto ha l’obiettivo di mitigare il rischio idrogeologico che attanaglia il territorio e salvaguardare gli abitanti della borgata collinare. Infatti, l’area interessata dai lavori è stata classificata ad alto rischio. Va infine ricordato che il Castello Rufo Ruffo, fiore all’occhiello del Comune di Scaletta Zanclea, ha ottenuto il riconoscimento di Meraviglia italiana. Il bollino è stato conferito dal Forum nazionale dei giovani, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

 

Leave a Response