Letojanni. 50 mila euro i danni provocati dalla mareggiata

LETOJANNI – I segni lasciati dalla violenta mareggiata che si è abbattuta sulla riviera ionica la scorsa settimana sono ancora evidenti e di vasta portata anche a Letojanni. Non ancora quantificati con esattezza i danni provocati al patrimonio pubblico, ma dalla perizia, redatta dal dirigente del 3° settore tecnico, il geometra Giuseppe Runci, a seguito dei necessari sopralluoghi, sono stati stimati intorno ai 50mila euro. Il capo dell’Utc sta, infatti, procedendo alla conta dei danni, al fine di stabilirne con precisione l’entità e mettere l’amministrazione comunale nelle condizioni di impegnare le risorse economiche e potere così fare fronte ai guasti determinati dai marosi. Spese straordinarie, occorrenti per pagare le ditte che hanno provveduto alla rimozione della sabbia dal lungomare, allo svuotamento delle caditoie per il deflusso delle acque piovane, alla pulizia dei tombini e dei canaloni di sfogo degli ex torrenti Papale, Andreana e Scoppo. Mentre sono ancora in corso i lavori per la sistemazione dello slargo, antistante la via Pastificio, adibito ad area di sosta. Restano, invece, da ripristinare le piccole voragini, apertisi sulla carreggiata all’altezza del Palazzo della Cultura e sul marciapiede nella zona del campo sportivo. Mentre a Santa Teresa di Riva, sono state quantificate in 20 mila euro, le spese per la rimozione della sabbia dalla sede stradale. La Giunta ha già dato incarico all’Ufficio tecnico di liquidare le somme alle due ditte che erano state chiamate per la pulizia del lungomare.

Leave a Response