Nizza di Sicilia. ”Nucleo di valutazione”, il sindaco Di Tommaso nomina due suoi ex amministratori comunali

NIZZA DI SICILIA – Il sindaco Giuseppe Di Tommaso ha nominato i due componenti esterni del Nucleo di valutazione in attuazione del decreto legislativo n. 29 del 1993. Loro compito, verificare “mediante valutazioni comparative dei costi e dei rendimenti, la realizzazione degli obiettivi, l’imparzialità, la celerilà, la tempestività e il buon andamento dell’azione amministrativa, nonché l’osservanza delle norme sul procedimento amministrativo”. Presidente del Nucleo, come previsto per legge, è il segretario comunale Giuseppa Silvana Puglisi. Per gli esterni, Di Tommaso si è rivolto a gente fidata, di conoscenza, che negli anni scorsi ha fatto parte attiva della sua amministrazione. Sono l’ex assessore Stella Concetta Petani e l’ex consigliere Maria Carmela Rosaria Salernitano, entrambe professoresse. A ciascuno di loro andranno annualmente 5 mila e 310 euro, che fanno per entrambe 10 mila 620 euro, oltre il rimborso di eventuali spese di viaggio. La Petani e la Salernitano resteranno nel Nucleo di valutazione fino al 2016, vale a dire sei mesi prima che si concluda, a maggio 2017, la sindacatura di Di Tommaso. A conti fatti, dunque, nel triennio la Petani e la Salernitano peseranno sulle casse comunali per complessivi 31 mila 860 euro. Nel vicino comune di Alì Terme, viceversa, per il Nucleo di valutazione è stato assegnato ai due ”esperti” un gettone di presenza di 100 euro a seduta ciascuno. E se si tiene presente che il Nucleo si riunisce 3-4 vole l’anno, come del resto si ritiene avvenga anche a Nizza Sicilia, l’amministrazione di Alì Terme spenderà in tre anni un massimo di appena 2 mila 400 euro, a fronte dei 31 mila e 860 euro di Nizza Sicilia. Differenza di non poco conto.

 

 

 

Leave a Response