Taormina. Vendita oratorio Salesiani, l’Ordine ci ripensa?

TAORMINA – Il pericolo potrebbe essere scongiurato: la vendita dei locali dell’Oratorio dei Salesiani potrebbe rientrare. Le voci di un presunto dietrofront da parte dei vertici della congregazione farebbe tirare un sospiro di sollievo ad intere generazioni di taorminesi che negli immobili di salita Acropoli sono cresciuti. Se l’indiscrezione trapelata da Palermo fosse confermata i salesiani, presenti da oltre 100 anni nella città del centauro continuerebbero ad essere un punto di riferimento per l’intera comunità religiosa. Era il dicembre 2012 quando due delle unità immobiliari dell’oratorio taorminese furono messe in vendita: si tratta della villa nobiliare e il “Cine Teatro” San Giorgio. Contro la dismissione degli immobili in questione era scesa in campo anche l’amministrazione comunale di Taormina che aveva esitato una delibera con la quale era stato posto un vincolo sulla destinazione d’uso a carattere esclusivamente sociale degli immobili. Il comune è stato chiamato a difendere il documento in questione davanti il Tar in quanto i responsabili regionali dei Salesiani erano ricorsi al tribunale amministrativo per ottenere la sospensiva dell’atto consiliare. Ma adesso tutto potrebbe rientrare. In tanti, ex allievi e cittadini taorminesi, erano scesi in campo in difesa dell’oratorio inviando persino una lettere al rettore dei salesiani per chiedere uno stop alla vendita. Appello che forse verrà ascoltato.

Leave a Response