Taormina. L’amministrazione sfratta il 118 dalla casa di riposo “Carlo Zuccaro”

TAORMINA – Il Comune di Taormina ha annullato la concessione dei locali della casa di riposo “Carlo Zuccaro” al 118. Il primo cittadino, Eligio Giardina, ha disposto la revoca dell’ordinanza sindacale n 65 del 19 luglio 2012 con la quale veniva ordinato all’associazione “Istituto S.Alessio”, ente gestore della casa di riposo “Carlo Zuccaro”, di destinare, al servizio 118, in via provvisoria e di urgenza quattro stanze del primo piano della Casa di Riposo. Si tratta non della seda effettiva del Servizio Urgenza Emergenza Sanitaria 118 che attualmente si trova poco distante dall’ospedale “San Vincenzo”, proprio all’ingresso di Giardini Naxos, ma di quattro stanze della casa di riposo che erano state concesse per il servizio di auto medica. “La disponibilità di locali – si legge nella disposizione a firma del sindaco Eligio Giardina – nonché ogni altro onere riguardante il personale operante nel ‘servizio di soccorso regionale terrestre 118’, non rientrano tra i compiti e le attività dei comuni, ma rimangono di esclusiva competenza gestionale, contabile e finanziaria della Regione e per essa alle Asp operanti sul territorio e che, pertanto – continua Giardina – nessuna spesa può essere gravata sulle deficitarie finanze di questo Ente locale”. Dato il notevole lasso di tempo trascorso e data la temporaneità del provvedimento l’ente gestore del servizio 118 deve provvedere al reperimento di locali idonei ed assumere in proprio la relativa spesa. Vengono, quindi, concessi trenta giorni di tempo dalla notifica della lettera, per il rilascio dell’immobile comunale. Il comune, comunque, manifesta “la disponibilità, data la particolare natura del servizio, di cercare un accordo con l’Azienda sanitaria provinciale, qualora quest’ultima comunichi l’assenza di idonei locali, un’alternativa valida che consenta la continuità del servizio”.

Leave a Response