Letojanni. Stop al completamento del lungomare, il progetto escluso dal piano di finanziamenti “6000 Campanili”

LETOJANNI – Il Comune di Letojanni resta fuori almeno per il momento dal programma di finanziamenti, denominato “6000 Campanili”, introdotto dal “Decreto del fare”, che permetterà ai Comuni con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti di ottenere finanziamenti per piccole opere infrastrutturali. Solo cinque i progetti finanziati in tutta la Sicilia, per un totale di 4.321.668 euro. In particolare in provincia di Messina sono stati finanziati solo i progetti dei comuni di Gallodoro (581mila 747 euro) e Castell’Umberto (1mln di euro) per la realizzazione e manutenzione di reti viarie e infrastrutture accessorie e funzionali o reti telematiche di NGN e Wi-Fi. Attesa delusa, invece, per l’amministrazione di Letojanni, il cui progetto dell’ammontare di quasi 900mila euro per il rifacimento della pavimentazione e per i lavori di completamento del lungomare, è stato escluso dal piano di finanziamenti “6000 Campanili”. L’assegnazione di risorse sembra, però, solo rimandata in quanto a breve il Ministro delle Infrastutture e Trasporti, Maurizio Lupi, firmerà il secondo decreto che include la graduatoria di circa 60 Comuni finanziati con gli ulteriori 50 milioni di euro assegnati al programma “6000 Campanili” dalla Legge di Stabilità. In tal caso, aumenterebbero le probabilità del comune rivierasco di rientrare nel rimodulato piano di finanziamenti. Ci contano, infatti, il sindaco Alessandro Costa e l’assessore ai Lavori pubblici, Claudio Curcuruto, ritenendo l’erogazione di queste risorse estremamente necessaria per i lavori di completamento del lungomare nei tratti che sono stati esclusi dal precedente intervento di riqualificazione, portato a compimento alcuni anni fa. In particolare, i lavori interesseranno il tratto iniziale del lungomare compreso fra il torrente Mazzeo e via Adua e l’altro segmento nella parte nord del paese adiacente a via Messina. Il processo di dissesto del manto stradale della litoranea è in continua evoluzione, essendo la pavimentazione risultata poco idonea per un’arteria ad intenso traffico. Una tipologia di pavimentazione realizzata con il sistema degli elementi autobloccanti che va sostituita con il classico tappetino d’asfalto.

Leave a Response