Taormina. I previsti e drastici tagli di posti letto al ”S. Vincenzo”, incontro amministratori comunali-Asp 5

TAORMINA – Il futuro dell’ospedale San Vincenzo di Taormina sarà portato sul tavolo dell’assessorato regionale alla Salute. Il sindaco di Taormina e gli amministratori dell’intero comprensorio, insieme ai vertici dell’Azienda sanitaria provinciale 5 sono determinati a recarsi a Palermo per dire no ai tagli  previsti dal nuovo piano sanitario regionale che prospetta un drastico ridimensionamento dei posti letto dai 222 esistenti a soli 173. E’ quanto emerso ieri dal vertice operativo convocato dal sindaco di Taormina, Eligio Giardina, a cui hanno partecipato il commissario dell’Asp5, Manlio Magistri, il direttore sanitario del “San Vincenzo”, Paolo Cardia, e i primari dell’ospedale. All’incontro tenutosi presso il presidio di contrada Sirina erano presenti anche la responsabile del Tribunale dei Diritti del Malato, Tina Polonia, ed alcuni consiglieri comunali di Taormina. “Ho voluto questo incontro col commissario dell’Azienda sanitaria provinciale  e con i primari – ha detto Giardina – per ribadire, tutti insieme, che Taormina difenderà in ogni modo tutti i reparti dell’ospedale”. Durante l’incontro è stata prospettata anche una presa di posizione dei consigli comunali di circa 20 paesi del comprensorio, con una deliberazione da far pesare poi su tavolo dell’assessore regionale. Preoccupazione ed apprensione espressa anche dai primari dei vari reparti, che hanno chiesto ad amministratori e vertici dell’azienda il maggior impegno possibile per far rientrare l’emergenza. “Da una disamina delle attività in essere nei vari reparti di questo ospedale emerge che Taormina ha una media di oltre il 140% di livello produttività. Ho chiesto – continua Giardina – un report definitivo all’Asp sul “San Vincenzo” per gli anni 2012 e 2013 da presentare in assessorato a Palermo. Diremo a chiare lettere che va confermato il numero attuale dei posti letto e che anzi urge un ulteriore potenziamento di un presidio che rappresenta il meglio della sanità in Sicilia”. D’accordo con il primo cittadino anche il commissario dell’Asp 5, Manlio Magistri. “E’ impensabile che si possano immaginare dei tagli in una struttura ospedaliera di rilievo come Taormina – ha affermato Magistri – per questo, da parte nostra, abbiamo espresso parere negativo ad una ipotesi di tagli del numero di posti letto”. NEL TG90 DELL’11 GENNAIO L’INTERVISTA AL SINDACO DI TAORMINA ELIGIO GIARDINA.

Leave a Response