Roccalumera. Tares, la minoranza all’attacco: “Posticipare il pagamento delle rate”

ROCCALUMERA – La minoranza non molla sul caro bollette. E insiste in particolare sulla tanto discussa tares, il balzello sui rifiuti. I cinque consiglieri d’opposizione hanno presentato una mozione urgente “Iniziative in materia di Tares” per sottoporre all’Amministrazione Comunale delle iniziative concrete al fine di rivedere il piano economico e finanziario della “spazzatura” approvato dal consiglio comunale il 25 novembre scorso per un importo di quasi €. 1.250.000,00 che dovrà essere integralmente pagato da tutti i cittadini attraverso il tributo sui rifiuti. “Nel piano finanziario – scrivono Rita Corrini, Giuseppe Melita, Maria Grazia Saccà, Mauro Sparacino, Antonella Totaro – è inclusa la voce spazzamento e lavaggio strade per € 360.000,00 da corrispondere all’ATO ME4; tale voce – dicono convinti – dovrebbe essere contestata se la società d’ambito non intende concordare una cifra necessariamente inferiore, non solo perché sproporzionata rispetto al servizio fruito dalla cittadinanza, ma anche perché – si legge ancora nel documento – è oggettivamente riscontrabile che il costo dello spazzamento dal 06 maggio 2013 sino alla fine dell’anno ammonta a circa €. 30.000,00, atteso che il Comune di Roccalumera ha curato il servizio di spazzamento delle strade comunali attraverso il progetto delle “Borse lavoro”. I cinque consiglieri fanno pi un’attenta disamina dei costi: “Alla luce delle superiori considerazioni, – scrivono – a tale servizio può corrispondere una spesa sicuramente non superiore ad €. 130.000,00 a fronte dei 360.000,00 previsti, registrando così un risparmio di almeno €. 230.000,00”. Secondo Corrini, Melita, Saccà, Sparacino, Totaro applicando questi accorgimenti, legittimi e doverosi, Roccalumera avrà un piano economico finanziario della “spazzatura” decurtato di circa 375.000,00 senza gravare eccessivamente ed ingiustificatamente sui cittadini in generale e su alcune categorie sociali e commerciali in particolare

Leave a Response