Taormina. Ospedale, casinò e Taoarte i temi affrontati dal ministro D’Alia in un incontro in ”casa” Udc

TAORMINA – ”Se il caso lo richiedesse siamo pronti a tutelare con determinazione l’ospedale San Vincenzo, una realtà professionale d’eccellenza non solo per il versante ionico della provincia di Messina ma per l’intera Sicilia”. Lo ha detto a Taormina nel corso di un incontro svoltosi nell’aula magna dei Fratelli Maristi, Gianpiero D’Alia, ministro alla Pubblica amministrazione e alla Semplificazione. Da ultimo si è ventilato il rischio di una riduzione dei posti letto nel nosocomio taorminese: ”Il San Vincenzo – ha detto D’Alia – non si tocca e se c’è qualcosa da rivedere nella gestione ne parleremo con l’assessore regionale alla Sanità, dobbiamo capire insomma cosa eventualmente fare per cambiare ma in meglio”. Relativamente all’apertura del casinò a Taormina, il ministro D’Alia è stato molto chiaro: ”Non intendo alimentare facili entusiasmi – ha detto -, se si fa chiarezza sugli intendimenti del governo nazionale io ci sarò, in caso contrario non mi va parlare del niente il che significa prendere in giro la gente”. Altro tema affrontato da D’Alia quello di Taormina Arte: ”Mi batterò – ha rilevato – per evitare che la rassegna venga regionalizzata perché appartiene a Taormina e al suo comprensio”. All’incontro con D’Alia hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, e l’ex assessore provinciale Mario D’Agostino nominato coordinatore dell’Udc per il versante ionico.

Leave a Response