Furci Siculo. Nessuna traccia della 48enne rumena scomparsa un mese addietro

FURCI SICULO – Nessuna notizia della donna di nazionalità rumena scomparsa un mese addietro tra Roccalumera e Furci Siculo. Elena Ciobanu, 48 anni, abitante a Nizza di Sicilia e che a Roccalumera faceva da badante a due coniugi, sembra essere stata inghiottita dalla terra. I carabinieri continuano le indagini per chiarire la vicenda dalle connotazioni di un vero giallo. Parecchie le ipotesi avanzate, che vanno da quella del suicidio, al sequestro di persona, all’omicidio. Nulla viene tralasciato. Gli inquirenti, a quanto è dato sapere, sarebbero impegnati in questa fase a controllare il traffico telefonico del cellulare della donna per sapere chi l’ha contattata nei giorni precedenti alla sua scomparsa. Insomma, indagini a 360 gradi. Qualche settimana fa a Roccalumera era arrivata dalla Romania la figlia della Ciobanu, che è stata sentita dai carabinieri di Roccalumerai. La donna ha escluso la possibilità che la madre possa essersi suicidata. L’allarme per la scomparsa di Elena Ciobanu era scattato un mese fa quando sulla spiaggia di Furci era stata trovata la sua borsa con i documenti.

Leave a Response