Rimborsi sui farmaci prescritti, i medici protestano contro l’Asp 5

Rimborsi fino a 100mila euro sono stati richiesti ai medici di medicina generale di Messina e Provincia sulla base di una presunta eccessiva prescrizione di farmaci. Rimborsi definiti dagli stessi medici “assurdi e illegale” tanto che domani a Messina, a partire dalle ore 10, si svolgerà una manifestazione promossa dal direttivo provinciale della Federazione Italiana medici di medicina generale nei confronti dell’Asp 5, responsabile di aver inviato a tutti i medici richieste di rimborso con cifre oscillanti da migliaia di euro a centomila euro (per circa 20mila euro di media a medico) sulla base di una presunta iperprescrizione farmaceutica “senza tenere conto minimamente – sostengono invece i medici – delle criticità legate alle patologie cui sono affetti i cittadini. “In sostanza – afferma il dott. Francesco Rigano, componente del direttivo Fimmg della provincia di Messina – a prescindere dalla battaglia legale che certamente ci vedrà vincitori rispetto alle illegittime richieste, si mette in seria crisi il rapporto fiduciario medico-paziente, rapporto regolato in primis da fiducia reciproca e poi da contratto di convenzione col servizio sanitario regionale e nazionale. Non è possibile effettuare prescrizioni da parte nostra senza la libertà di agire secondo il giuramento di Ippocrate ovvero secondo scienza e coscienza. Noi scendiamo in piazza – ha concluso Rigano – non per salvaguardare i nostri interessi di categoria ma per difendere il diritto alla salute dei nostri pazienti”.

Leave a Response