Passerella sul Nisi, anche i sindaci di Alì terme e Nizza di Sicilia convocati dall’assessore Bartolotta

ALI’ TERME – Anche i sindaci di Alì Terme, Giuseppe Marino, e Nizza di Sicilia, Giuseppe Di Tommaso, mercoledì prossimo saranno a Palermo per discutere la questione relativa al collegamento provvisorio tra i due Comuni per consentire i lavori di messa in sicurezza del pericolante ponte sulla statale 114 che scavalca il fiume Nisi. Ce l’ha confermato l’assessore regionale alle Infrastrutture Nino Bartolotta, che ha così soddisfatto la richiesta degli amministratori dei due Comuni, preoccupati dalle notizie riguardanti la sospensione dell’istruttoria della pratica per la realizzazione della passerella temporanea sul torrente Agrò tra S. Teresa di Riva e S. Alessio Siculo prevista, anche in questo caso, per dare il via agli interventi di ristrutturazione del ponte della statale 114. ”Abbiamo inteso anticipare i tempi nel chiedere l’incontro con l’assessore Bartolotta – ci dice il vicesindaco di Alì Terme, Pietro Caminiti – in modo da capire se anche noi ci troviamo o meno nelle stesse condizioni dei comuni di S. Teresa e S. Alessio ai quali il Genio civile di Messina ha sospeso l’iter del nullaosta per la costruzione della passarella fino a quando l’Anas non provvederà alla demolizione di quella esistente tra Roccalumera e Furci Siculo, alla foce del torrente Pagliara. Insomma, stando così le cose, il nostro – sottolinea Caminiti – è un problema-fotocopia ma che, incompresibilmente, non è stato neppure sfiorato. In buona sostanza intendiamo sapere se anche Alì Terme e Nizza Sicilia sono sottoposte al ricattuccio, si fa per dire, imposto dall’ingegnere capo del Genio civile Gaetano Sciacca. L’aut-aut di Sciacca, a nostro modo di vedere, è a dir poco singolare e per certi aspetti incomprensibile. Ma tant’è. Abbiamo chiesto di essere sentiti dall’assessore Bartolotta per intraprendere eventualmente le azioni che il caso richiederà… NEL TG 90 DEL 13 DICEMBRE IL SERVIZIO INTEGRALE

Leave a Response