Sciopero dei forestali. Grosso:”Non cadete nella trappola dei politici”

In vista dello sciopero annunciato per domani a Palermo, il segretario generale Sifus Maurizio Grosso lancia, tramite un comunicato, un accorato appello ai lavoratori forestali incitandoli a “non cadere nella trappola degli avviamenti al lavoro privi – specifica Grosso –  di copertura finanziaria!” . “Anche se in questi giorni,- si legge nella nota – dalle varie Aziende forestali provinciali,sono partiti gli avviamenti al lavoro alla Regione Siciliana manca almeno il 50% della copertura finanziaria per garantire i livelli occupazionali minimi previsti dalla legge 14/06 e cioè, 78-101-151 giorni per contingente” denuncia il segretario Sifus. Grosso va dritto al punto: “Tutto Ciò – aggiunge – è dimostrato dal fatto che, mentre gli esperti uffici dell’Assessorato all’Agricoltura, chiedono al Presidente Crocetta di reperire 51 milioni di euro, questi, propone all’ARS una variazione di bilancio che ne contiene a malapena 23 milioni”. Con questa cifra,- specifica Grosso-  come si garantiranno le giornate minime di legge? Il segretario generale non lascia spazio a fraintendimenti: “L’obiettivo degli avviamenti che partono ora, architettato da Governo e Confederali, ha un unico scopo: boicottare la partecipazione dei lavoratori allo Sciopero Generale indetto dal SiFUS”. Grosso fa una disamina della situazione: “Con questo maldestro marchingegno – si legge nel documento –  quando i lavoratori forestali siciliani completeranno le giornate di lavoro contenute dentro i 23 milioni di euro previsti dal Governo Crocetta e cioè tra 20, 30 giorni, non ci sarà nulla da fare. Anche lottando per rivendicare altri fondi per altre giornate di lavoro,- scrive il segretario sifus –  sarà tempo perso, in quanto sarà impossibile effettuare un altra variazione di bilancio allARS”. Un unico invito dunque ai forestali: Sveglia!!! – incalza Grosso – Non caschiamo nella trappola!!! Il 24 ottobre tutti a Palermo davanti l’ARS a rivendicare nei confronti del Governo Crocetta e del Parlamento”. 

I lavoratori forestali chiedono

1) che vengano stanziati 70 milioni di euro in maniera da poter garantire ai forestali siciliani di avvicinarsi il più e possibile alle giornate lavorative del 2011 e cioè 101-151 e 180 giorni per contingente;

2) che venga accelerato l’iter procedurale relativo all’approvazione della nostra proposta di legge sulla stabilizzazione;

3) la puntualità nel pagamento degli stipendi;

4) il rinnovo del contratto integrativo regionale.

“Tutti allo sciopero di domani!! – conclude Grosso –  La lotta paga!”

Leave a Response