Taormina. Settimana di festeggiamenti per S. Francesco d’Assisi

TAORMINA – Si concluderà domenica 6 ottobre nella Basilica Cattedrale di Taormina, con la presentazione del programma “Connessus-NethArs”, la settimana dei festeggiamenti di San Francesco d’Assisi organizzata dalla Fraternità francescana “Frate Jacopa”, dalle suore Francescane missionarie di Maria, dai Francescani ecumenici di Taormina e dall’Ucsi (Unione cattolica stampa italiana) di Sicilia. Il “Connessus-NethArs” è un programma che prevede l’erezione di cinque obelischi in pietra (uno per ogni continente della terra), alti 12 metri con la punta in bronzo. Il primo sarà posto ad Assisi. Verrà così a crearsi un perimetro ideale per significare l’amore universale, la pace e la concordia fra i popoli. Cinque vette che irradino messaggi di armonia con quell’energia nascosta, nobile e creativa, votata alla cattura dei cuori di tutti gli uomini al di là del colore della pelle, del credo religioso, della cultura e della lingua. Lì dove c’è il messaggio universale dell’amore. Relatori saranno: Crisostomo Lo Presti (presidente Ucsi di Messina), Giuseppe Rogolino (scultore, ideatore del programma “Connessus”), Giusy D’Arrigo (artista e ispiratrice del settore “NethArs del progetto), Argia Passoni presidente della Fraternità francescana Frate Jacopa di Roma e Antonino Lo Monaco, presidente della stessa Fraternità in Sicilia.

In precedenza, nel quadro della “Scuola di pace”, Argia Passoni parlerà di “Custodia del creato come stile di vita: gratuità, reciprocità, riparazione”, mentre padre Lorenzo Di Giuseppe ofm concluderà gli incontri con una riflessione su “Lumen fidei”.
I festeggiamenti avranno inizio martedì primo ottobre con funzioni religiose poi un incontro il 4 ottobre con gli studenti dell’Istituto “S. Pugliatti” su “Iconosfera del creato e custodia dell’ambiente nella meravigliosa prospettiva indicata da Francesco d’Assisi” con interventi di Antonino Lo Monaco, del preside Luigi Napoli, di Maria Rosaria Restivo vice presidente della Fraternità Frate Jacopa e della professoressa dell’Università di Bologna Loretta Guerrini. Infine la celebrazione dell’Eucarestia con partecipazione ecumenica e l’offerta della lampada votiva al Patrono d’Italia da parte del sindaco di Taormina, Eligio Giardina.

Leave a Response