Nizza. Tavolo tecnico sul ponte Nisi

NIZZA – Si è concluso in modo senz’altro positivo il tavolo tecnico sul rifacimento del ponte Nizza-Alì Terme che si è svolto lunedì sera nella sala consiliare di Nizza. Il tavolo era stato richiesto alle due Amministrazioni interessate dal circolo nizzardo del Partito Democratico, dal gruppo Cambia Nizza e dalle associazioni “98026” e “Punto Giovani”, ed importante è stata la partecipazione della delegazione Anas con il suo massimo rappresentante, Salvatore Tonti, Dirigente Generale Anas Sicilia e dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture, Nino Bartolotta. Una sala gremita di cittadini dei due paesi ha avuto modo di far presente quanto il progetto definitivo presentato dall’Anas sulla costruzione di un nuovo collegamento sul torrente Nisi danneggia la vivibilità della cittadina nizzarda in quanto trasferire il tracciato della statale sulla via Garibaldi con i problemi che questo comporterebbe, per poi attraversare il torrente all’altezza dello storico campo di tiro al volo che gli aliesi vogliono proteggere. I dirigenti dell’Anas hanno ascoltato attentamente i problemi sollevati dai cittadini, dagli amministratori e dai rispettivi tecnici comunali ed hanno dato il loro assenso alla rivisitazione del tracciato per ricostruire il ponte sulla sua sede attuale previo accordo con le Ferrovie dello Stato. Accanto a questo impegno si è annunciato quello imminente relativo alla costruzione di una passerella provvisoria all’altezza della strada del cinema Vittoria. Attraversamento che permetterà di demolire il ponte e di poterlo ricostruire senza bloccare la viabilità. Il dott. Tonti ha comunicato che l’opera è già stata finanziata ed appaltata e che a breve sarà realizzata, mentre, cambiato il tracciato, anche il nuovo ponte avrà il suo progetto esecutivo. Soddisfazione è stata espressa da tutti per la conclusione positiva dell’incontro ed un ringraziamento è stato espresso dal segretario del circolo del Partito Democratico, Franco Parisi, per la grande disponibilità data dai dirigenti dell’Anas e, soprattutto da Nino Bartolotta, che si è prodigato affinché i partecipanti al tavolo fossero ai massimi livelli.

Leave a Response