Taormina. 59enne in manette per lesioni personali aggravate

TAORMINA. I carabinieri di Taormina hanno arrestato in flagranza di reato un 59enne resosi responsabile di lesioni personali aggravate. Avrebbe accoltellato, al culmine di una lite, un 41enne del posto. I militari dell’Arma del nucleo radiomobile sono intervenuti in seguito ad una telefonata giunta al 112 che segnalava un’accesa lite a Trappitello. Giunti sul posto i carabinieri rilevavano vistose chiazze di sangue ancora fresco sul piazzale antistante una abitazione e fermavano ed identificavano il 59enne Andrea Pantè, nato a Taormina, già noto alle forze dell’ordine. Nella circostanza, i carabinieri, dopo aver raggiunto presso l’ospedale di Taormina un 41enne che aveva riportato una profonda ed estesa ferita all’avambraccio sinistro, giudicata guaribile con una prognosi di 30 gg., appuravano che al culmine di una lite scaturita verosimilmente per futili motivi, l’uomo era stato aggredito e ferito da Pantè. A quel punto, alla luce delle testimonianze raccolte e degli accertamenti effettuati, per il 59enne scattavano le manette, con l’accusa di lesioni personali aggravate. Nel corso della perquisizione dell’autovettura in uso all’uomo veniva rinvenuto e sequestrato un coltello da cucina presumibilmente utilizzato per commettere il reato.

Leave a Response