Taormina. Tassa di soggiorno, in otto mesi introiti per 700 mila euro

TAORMINA – Tanto odiata dagli albergatori, altrettanto necessaria per dare respiro alle sofferenti casse comunali di Taormina. Stiamo parlando della tassa di soggiorno che nei primi otto mesi del 2013 ha già portato oltre 700mila euro nel forziere di Palazzo dei Giurati. Somme quanto mai necessarie visto il complesso momento economico che la Perla (così come il resto d’Italia) sta attraversando. A fine anno gli introiti del balzello dovrebbero toccare quota 1 milione e 100 mila euro. I fondi ricavati dalla tassa di soggiorno, così come previsto dalla vigente normativa, verranno reinvestiti nel comparto turistico. Su questo punto ha le idee ben chiare l’assessore al ramo e vicesindaco Salvo Cilona: “ I soldi che deriveranno dal balzello serviranno al miglioramento dei servizi turisti. Circa 350mila euro – aggiunge – saranno destinati alla messa a norma del Palacongressi”…NEL TG90 DI OGGI, 6 SETTEMBRE, IL SERVIZIO INTEGRALE

Leave a Response