Taormina. Concessioni suoli pubblici, cresce il malcontento tra i cittadini

TAORMINA – Mentre l’amministrazione comunale di Taormina sta lavorando alla stesura del nuovo regolamento sui suoli pubblici, il rilascio delle concessioni ad alcune attività commerciali in pieno centro storico sta creando non pochi malumori tra l’opinione pubblica. Tante le segnalazioni che sono giunte nella nostra redazione e che contengono le ire dei cittadini taorminesi. In particolare sono stati segnalati tre casi. Si tratta di concessioni in aree di suolo pubblico rilasciate nell’arco degli ultimi sei mesi. Ultimo in ordine di tempo è il via libera concesso ad un’attività commerciale  per la collocazioni di tavolini e sedie proprio nella piazzetta antistante di Palazzo Ciampoli, su Corso Umberto. Nelle more del nuovo regolamento si pensava forse che nessuna concessione sarebbe stata rilasciata specie poi in punti di forte attrazione turistica e nei quali i visitatori amano sostare e fare qualche scatto. C’è di più, a breve inizieranno i lavori per la riqualificazione dell’antico Night Club, grazie ad un finanziamento concesso dalla regione che prevede, tra l’altro, il restilyng del prospetto. La ditta incaricata di eseguire i lavori di consolidamento impiegherà 760 giorni per completare i lavori. Tutto ciò grazie ad un finanziamento concesso dalla Regione Sicilia per un importo di quasi 1 milione e mezzo di euro. Era esattamente questo il progetto sognato per Palazzo Ciampoli dai Taorminesi. L’avvio del cantiere mal si coniuga con la presenza di tavolini e sedie proprio nella piazzetta antistante il vecchio night club. Potrebbe essere la stessa ditta ad avanzare lamentele. Si vedrà, intanto dopo le polemiche sollevate da cittadini l’assessore al ramo Andrea Carpita ci tiene a precisare che “ da quando mi sono insediato non ho firmato alcun provvedimento in tal senso”.  Inoltre il membro dell’esecutivo ha garantito che il nuovo piano sarà completato entro l’anno per poi entrare in vigore nel 2014. Un tema caldo quello dei suoli pubblici che sul quale è intervenuto anche il coordinatore delle liste “Intesa democratica” e “Idea Lavoro” Mario D’Agostinio: “La regolamentazione dei suoli deve essere una priorità di questa amministrazione prevedendo un insieme di criteri ed indicazioni a cui tutti dovranno attenersi. Sarebbe opportuno – continua D’Agostino – che nelle more delle nuove norme non venga rilasciata alcuna nuova licenza, specialmente se la tempistica è quella indicata dall’assessore Andrea Carpita che si è impegnato a redigere il piano in tempi brevi”. Una questione delicata quella dei suoli pubblici che potrebbe creare qualche mal di pancia all’interno della stessa amministrazione.

Leave a Response