Taormina. Turista 50enne colto da infato muore in una cabina della funivia

TAORMINA – Morte in funivia per un turista di Casale Monferrato. La vittima è Andrea Cicero, 50 enne che si trovava ieri mattina in una delle cabine dell’impianto su fune che collega Taormina centro a Mazzarò. Il vacanziere stava raggiungendo in funivia il litorale della Perla dello Jonio ma proprio all’arrivo della vettura n.1 alla stazione di Mazzarò si è accasciato, colto da un malore. Con lui c’era la moglie, una donna cinese di 37 anni che ha subito chiesto aiuto, urlando disperatamente e c’erano anche altri turisti rimasti comprensibilmente scossi da quanto stava accadendo. In pochi istanti, quando da poco erano trascorse le 10 del mattino, si è consumato il dramma del 50enne di Casale Monferrato, stroncato da un infarto fulminante. Immediato è stato l’arrivo dell’unità operativa del Sues 118, i cui medici hanno però potuto constatare soltanto l’avvenuto decesso. Ogni tentativo di rianimare Cicero è risultato vano. Sul posto si sono portati anche i Carabinieri e la Polizia di Stato per accertare la dinamica della tragedia, dovuta a cause naturali. I primi aiuti al turista erano stati, per altro, prontamente prestati dai dipendenti Asm della funivia che hanno chiamato i soccorsi ed hanno intanto cercato di mettere anche ordine nella zona dell’accaduto, dove si trovavano tutti gli altri turisti che avevano presto in quei momenti la funivia. Nell’immediatezza dei fatti, la funivia è stata momentaneamente chiusa al pubblico per impedire proprio il passaggio degli utenti lì dove si era consumato il dramma. Cicero viveva in Cina con la compagna, e in questi giorni si era concesso insieme a lei qualche giorno di vacanza in Sicilia. Il malore del turista potrebbe essere stato, in qualche modo, anche causato dal grande caldo che in questo periodo sta interessando la capitale del turismo siciliano. A quanto pare avrebbe avuto la pressione alta ed avvertito nei giorni recenti un senso di spossatezza, sintomi che in molti casi possono precedere il verificarsi poi di casi di infarto.

Leave a Response