S. Teresa. Campo di calcio, oltre 1 mln di euro per il restyling

S. Teresa. E’ ufficiale il finanziamento da un milione e 135mila euro che consentirà all’amministrazione comunale di rimettere a nuovo il campo di calcio e il campo di tennis.S. Teresa è l’unico comune della zona jonica (quattro in tutta la provincia) ad essere riuscito ad ottenere il contributo previsto dalla Linea di intervento 3.3.2.1 del Po Fesr 2007-2013 «Bando pubblico relativo ad azioni per l’attivazione, la riqualificazione e l’ampliamento di iniziative sostenibili, volte specificatamente alla diversificazione e destagionalizzazione dell’offerta turistica regionale, inerenti in particolare allo sviluppo delle filiere dell’offerta termale, congressuale, sportiva».La graduatoria è stata ufficializzata con decreto n. 562/S8 firmato dal dirigente generale dell’assessorato al Turismo. Il progetto era stato approvato dalla Giunta del sindaco Alberto Morabito il 29 settembre 2011 ed è stato redatto dall’ingegnere Pietro Mifa, al tempo direttore dell’Area Territorio e Ambiente.Tra gli interventi previsti: l’ampliamento del campo di tennis, il manto erboso per il campo di calcio, la recinzione, la ristrutturazione degli spogliatoi, un impianto alimentato da pannelli fotovoltaici per la produzione di acqua calda, la pavimentazione delle aree esterne, l’eliminazione delle barriere architettoniche, un box biglietteria prefabbricato, l’installazione di hot spot wireless, l’illuminazione esterna, la manutenzione dei piloni di illuminazione, il rifacimento dell’impianto elettrico. Insomma, una messa a nuovo radicale. L’importo complessivo dei lavori è di un milione 335mila euro, di cui 349mila per somme a disposizione dell’Amministrazione e 985mila per lavori a base d’asta, inclusi 24.154 euro di oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. Il progetto presentato dal Comune di S. Teresa si è piazzato dal 20° posto della graduatoria, ottenendo 51 punti su 100. Sono 158 gli elaborati ammessi a finanziamento, ma al momento ne saranno finanziati solo i primi 37. Rimangono fuori Roccalumera (57°), Castelmola (76°), Letojanni (84° e 125°), Giardini (85°), Pagliara (104°), Mongiuffi Melia (117°), Antillo (134°), Sant’Alessio (138°), Graniti (154°). Non ammessi: Scaletta, Savoca, Mandanici, Gallodoro e Alì Terme.

Leave a Response