Raccolta dei rifiuti. Il comune vara l’attesa operazione “Città pulita”

Avviata, a Taormina, l’operazione “Città pulita”. Severa ordinanza del primo cittadino, Eligio Giardina, volta a punire con multe salatissime chiunque abbandoni per strada sacchetti di rifiuti, materiali ingombranti ed escrementi di animali. “Chiunque, cittadino, proprietario o gestore di esercizi pubblici, esercizi commerciali, artigianali o alberghieri (direttamente o anche tramite proprio dipendente) – si legge nell’ordinanza del sindaco- imbratti il suolo pubblico con scoli provenienti da sacchi a perdere contenenti rifiuti solidi urbani è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria da 682,50 euro a 2092,50 e al pagamento delle spese per il ripristino (pulizia e disinfestazione)”. Secondo quanto disposto “ è consentito depositare i rifiuti domestici delle civili abitazione negli appositi cassonetti del servizio di igiene pubblica più vicini: dal primo aprile al 31 ottobre, dalle 21.00 alle 5.00, e dal primo novembre dalle 19.00 alle 6.00”. Tra le problematiche da risolvere ci sono anche quella di ripulire la città dai materiali di scarto depositati per le strade e i  vicoli, e quella di evitare l’imbrattamento del suolo con escrementi e cibo di animali. Il personale di MessinAmbiente avrà facoltà di denunciare alle autorità di Polizia municipale  l’inosservanza delle disposizioni varate dall’Amministrazione. “Stiamo preparando un servizio di vigilanza – afferma l’assessore all’Ecologia, Salvo Cilona – per monitorare la situazione e garantire l’osservanza delle disposizioni comunali in materia. Non faremo sconti a nessuno. Abbiamo il dovere di offrire ai turisti, ed ovviamente ai residenti, una città pulita e vivibile”.

Leave a Response